blogo, informazione indipendente
Logo Blogosfere

Puberta' precoce: per gli endocrinologi farmaci non sempre necessari

Massimilla Manetti Ricci avatar Venerdì 20 Maggio 2011, 08:30 in Farmaci e Bambini, Farmaci e Ricerca di Massimilla Manetti Ricci

Non tutte le bambine con inizio anticipato di pubertà necessitano del trattamento farmacologico e che il compito del pediatra è proprio quello di individuare , mediante la valutazione clinica, alcune indagini e, se necessario, un breve monitoraggio, le forme da trattare, evitando un inutile eccesso di prescrizione farmacologica.

Botero_sviluppo_puberale.jpgSviluppo puberale precoce. Spesso sentiamo notizie di bambine tra i 7 e gli 8 anni che presentano già i primi segni di sviluppo.

Lucia Ghizzoni, Pediatra endocrinologa all'Università di Torino, in occasione del 35° Congresso Nazionale della Società Italiana di Endocrinologia in corso a Chieti ha affermato: "oggi vi è un generale accordo sul fatto che non tutte le bambine con inizio anticipato di pubertà necessitano del trattamento e che il compito del pediatra è proprio quello di individuare, mediante la valutazione clinica, alcune indagini e, se necessario, un breve monitoraggio, le forme da trattare, evitando un inutile eccesso di prescrizione farmacologica". 

Trattare con farmaci va bene, ma solo quando è proprio necessario.

Infatti, Lucia Ghizzoni continua: "non vi sono ad oggi evidenze certe di effetti negativi di uno sviluppo puberale precoce sul versante psicologico. A questo riguardo però non sono ancora disponibili studi controllati che abbiano analizzato con metodiche standardizzate tali aspetti".

Un recente studio dei ricercatori della Clinica Universitaria di Copenaghen ha dimostrato che nel 2006 il seno delle ragazzine si è sviluppato un anno prima rispetto al 1991 (all'età di 9 anni e 9 mesi rispetto a 10 anni e 9 mesi).

La professoressa Ghizzoni spiega che "La riduzione dell'età del menarca è stata messa in relazione al progressivo aumento dell'indice di massa corporea (BMI) nella popolazione pediatrica. Quindi i bambini con BMI maggiore sono quelli più a rischio di andare incontro ad uno sviluppo puberale anticipato o precoce".

Secondo l'esperta, quindi, i casi da trattare sono solo quelli delle bambine che presentano segni puberali prima dei 6 anni di età.

0

Attendere la pubblicazione del commento

Seguici

Iscriviti ai nostri feed rss. Leggi in tempo reale tutti i post pubblicati dal blogger!

Post in evidenza su Blogosfere